Sab01202018

Last updateGio, 18 Gen 2018 12am

box 2018 01

Back Sei qui: Home Formazione Il personal branding dell'agente di commercio

Formazione

Il personal branding dell'agente di commercio

simone marzola

I social media come Facebook e LinkedIn sono ormai diventati una tecnologia consolidata e matura. Solo alcuni anni fa venivano visti con sospetto. Il timore che fossero effimeri e inutili ai fini promozionali era tangibile.

Che oggi non sia più così lo percepisco quando parlo con professionisti e agenti di commercio in occasione di miei corsi e workshop nelle sedi Usarci italiane.

Nessuno mette più in dubbio l'utilità e la necessità di essere presenti con una strategia di contenuti corretta e di cura nelle relazioni con i clienti e potenziali clienti.

 

La forza di un venditore professionista si basa sulla sua capacità di costruire relazioni, ovvero un network di persone per le quali risultare importante e impattante al fine di risolvere problemi che incidono sulla vita personale o lavorativa del cliente.

 

Con l'avvento delle comunicazioni personali digitali, ognuno acquista un nome e un'immagine da esibire ad un pubblico. Un pubblico che percepisce le tue potenzialità in base ai contenuti che pubblichi e che ti sceglie in base ai tuoi interessi e al valore che sai trasmettere.

La chiave per qualsiasi campagna di branding personale efficace è quindi il passaparola nella rete di aziende, manager, amici e clienti. Questo è il veicolo di marketing più importante a disposizione. 

Secondo l'articolo "The Five Marketing Must-Haves of an Online Startup7" scritto da Neil Patel: "La necessità di costruire il vostro marchio personale non ha lo scopo di alimentare il vostro ego. Lo si costruisce in modo da poter avere più opportunità. Più grande è il vostro brand, più sarà facile rendere efficace la visibilità per la vostra azienda e ottenere opportunità che non si potevano avere prima."

L'obiettivo del personal branding non è quello di diventare uan star della TV o una persona famosa. L'obiettivo è consolidare un'immagine unica e convincente che sia supportata da una comunicazione che incontri l'interesse di chi voglia affidarti un incarico, offrirti un lavoro o concederti nuove opportunità professionali.

 

Uno degli aspetti più importanti nello sviluppo di un marchio personale è differenziarlo. 

Al fine di creare un'identità personale devi ragionare attentamente su qual è il pubblico con il quale vuoi comunicare, come raggiungerlo e come aggregarlo e il tuo registro comunicativo dev adeguarsi al target di riferimento.

"L'80% del successo consiste nell'esporsi" recita una famosa frase di Woody Allen. 

Il contenuto che meglio fa percepire la tua personalità e le tue capacità è quello scritto o quello video. Raccontare quello che sai fare, mettere in luce i valori personali e la tua passione ti permette di infrangere la barriera di diffidenza. Fai emergere esattamente chi sei e rendi tangibili le tue competenze. Comunicare in modo corretto è un'arte, un'abilità che si acquisisce e si affina con la pratica quotidiana e costante. 

Ecco che il valore percepito del tuo brand ha due elementi indispensabili, da ricercare e dosare, per costruire la percezione che gli altri hanno di te. Per prima cosa i contenuti. Quello che comunichi è la base di tutto quello che gli altri pensano di te. Secondo elemento è l'atteggiamento che hai nei confronti di te stesso e degli altri.

Come diceva Jim Rohn:

"Per attrarre gente attraente, devi essere attraente tu stesso. Per attrarre gente influente, devi essere influente. Per attrarre gente impegnata, devi essere impegnato. Invece di lavorare su di loro, devi lavorare su te stesso. Se lo diventi, puoi attrarre". 

 

Il personal brand non è da confondere con il curriculum. Il curriculum è da eliminare una volta per tutte. Il curriculum è da considerare alla stregua della vecchia brochure aziendale, un elenco statico di posizioni ricoperte e progetti che hai realizzato. Oggi, hai bisogno di una nuova comunicazione in cui racconti la tua crescita, il tuo costante aggiornamento, l'ampiezza e la profondità di un brand chiamato "Te".

Oggi si può creare un'immagine convincente di te stesso e nutrita di contenuti e relazioni con due alleati: i social network e la comunicazione digitale.

 

Si dice anche che rimanere al passo coi tempi sia ormai l'unico modo per non essere tagliati fuori dal mercato del lavoro. Iniziare oggi una strategia di posizionamento e di cura della propria immagine digitale, rafforzandola con una buona narrazione delle proprie competenze e costruendo legami utili con altri professionisti rappresenta la soluzione vincente.

Comincia oggi stesso a coltivare la tua autorevolezza e la tua reputazione online, perché, proprio come afferma Jeff Bezos, fondatore e CEO di Amazon: "Il tuo brand è ciò che le persone dicono di te quando non sei nella loro stessa stanza".

Ama il tuo lavoro e condividi le tue conoscenze e alla fine chi ti legge percepirà il tuo spessore e il tuo entusiasmo, fidandosi e affidandosi.

Simone Marzola