Mar08212018

Last updateGio, 05 Lug 2018 12am

box 2018 03

Back Sei qui: Home Auto Ibrida o Diesel?

Auto

Ibrida o Diesel?

Dieseloibrida

Diesel e ibrido non sono alternativi

Il Diesel non è morto e l'ibrido si affaccia sempre più anche sul mercato italiano. Il punto però è che queste due propulsioni hanno intorno a loro tanti miti da sfatare. Il primo è che non sono alternative tra loro. Sono completamente diverse, dedicate a usi e vetture differenti. Una non può sostituire l'altra. L'esempio classico è la percorrenza chilometrica: se il gasolio conviene a chi macina chilometri in autostrada, l'ibrido permette un reale risparmio solo in città. Se il primo poi è dedicato ai mezzi più grandi, dalle berline ai Suv, il secondo è compagno ideale delle citycar. Insomma, visto che non c'è molta confusione, vediamo cinque motivi per comprare una vettura a gasolio e cinque invece per rivolgersi all'ibrido.

Chi consuma meno 

Partiamo dal fiore all'occhiello della propulsione a gasolio. Per loro natura i motori Diesel sono più efficienti dei benzina e hanno un rendimento più alto. Insomma, consumano meno ed emettono meno Co2.

Non sparirà

Proclami politici a parte, secondo gli esperti il diesel non sparirà nei prossimi dieci o quindici anni. Anche il bando da città e centri storici è insensato: le regolamentazioni e le normative locali finora considerano il divieto per tutti i Diesel esclusi gli Euro 6. Difficile bloccarli visto che inquinano molto poco, emettono meno Co2 dei motori a benzina e hanno filtri molto efficienti nel trattenere il particolato.

Il più robusto 

Il motore a gasolio è molto più robusto e affidabile dei motori a benzina. Costa di più ma garantisce chilometraggi più alti arrivando a percorrere anche 300mila chilometri.

Per chi percorre tanti chilometri

Le vetture a gasolio sono il mezzo d'elezione per chi percorre tanti chilometri. Il prezzo più alto rispetto ai benzina è ammortizzato solo se si viaggia molto in autostrada, magari a velocità sostenuta.

I vantaggi dell'ibrido

L'ibrido non è un'alternativa al Diesel, è un'altra cosa. La miscela benzina-elettrico è pensata per mezzi e tipi d'utilizzo completamente differenti rispetto al gasolio. La prima regola è che l'ibrido è conveniente solo per chi fa tanti chilometri in città. Solo lì il motore elettrico potrà funzionare abbattendo consumi ed emissioni. In autostrada, a velocità sostenuta, il vantaggio è relativo. A lavorare sarà solo il propulsore termico ed è come avere una normale vettura a benzina.

Il dilemma manutenzione

Mito da sfatare: nonostante il doppio sistema, le ibride non hanno bisogno di maggior manutenzione di Diesel e benzina. La parte termica infatti è tale e quale a quella delle vetture tradizionali mentre la parte elettrica ha bisogno di una manutenzione minima.

Il più affidabile

L'affidabilità dell'ibrido è uguale a quella dei propulsori termici. Dopotutto, se l'elettrico smette di funzionare ci si ritrova con una normale auto a benzina.

Micro, Mild e Full Hybrid

Micro, Mild e Full (Micro, medio e pieno) sono i tre aggettivi che contraddistinguono le taglie del sistema di trazione elettrico. Il Micro Hybrid permette solo pochi chilometri solo a elettroni mentre il Full Hybrid garantisce una buona percorrenza in solo elettrico fino a 80 km/h. Va da sé che, per chi percorre molti chilometri in città, la reale convenienza dell'ibrido si ha solo nei Full Hybrid.  

Fonte: Corriere della Sera