Lun11192018

Last updateMer, 19 Set 2018 12am

box 2018 04

Back Sei qui: Home Attualità Nasce il coordinamento regionale Usarci del Veneto

Attualità

Nasce il coordinamento regionale Usarci del Veneto

nomina regionale ok

Sulla spinta del Referendum per l'Autonomia indetto dalla Regione, un contributo alla promozione della categoria degli agenti di commercio. Franco Roccon nominato segretario regionale.

 L'art. 4 dello Statuto della Federazione Nazionale Usarci testualmente recita: "nelle regioni in cui esiste più di un Sindacato aderente queste devono costituire un Organismo di Coordinamento, che esprimerà un Segretario, responsabile dei rapporti con le autorità regionali.... ecc".

Sulla base di tale disposizione e dal Dec. Reg. n° 175/2017 con cui la Regione Veneto ha istituito "La Consulta del Veneto per l'autonomia" a cui possono partecipare, tra le altre, le associazioni di categoria ma solo se con rappresentanza regionale, i presidenti e coordinatori delle sedi provinciali Usarci del Veneto il 20 novembre hanno costituito Usarci Veneto e nominato segretario regionale Franco Roccon, già presidente di Usarci Belluno.

Il neo promosso segretario Roccon, nel ringraziare i colleghi presidenti, ha ricordato l'importanza della figura dell'agente di commercio nel tessuto economico del Veneto, ribadito l'importanza dell'esito del referendum e della grande opportunità che si è venuta a creare per la nostra Regione e ha assicurato un forte impegno per accreditare Usarci Veneto presso gli organismi della Regione e presso le altre associazioni di categoria per creare la giusta sinergia di lavoro.

"Per questo - spiega Roccon - potremo contare sull'esperienza maturata fin dal 1948 di Usarci che trova le sue origini proprio nel Veneto e che in tutti questi anni ha contribuito con costanza e determinazione a rappresentare l'importante categoria economica degli agenti di commercio. Il patrimonio di professionalità ed esperienza che Usarci ha accumulato è un fondamentale ed insostituibile capitale che si intende mettere a disposizione delle forze politiche attualmente impegnate nella impegnativa trattativa con il Governo centrale".